Top
 

Nespole

nespola-nofondo copia

Nespola

E’ arrivato dicembre, e con esso anche la nespola: un “falso” frutto appartenente alla famiglia delle Rosaceae, originario dell’Iran, molto resistente al freddo, che vanta eccezionali proprietà benefiche e cosmetiche. Il colore giallo-arancio delle nespole è dovuto alle elevate quantità di betacarotene, una sostanza appartenente alla famiglia dei carotenoidi, che il nostro organismo converte in vitamina A, fondamentale per numerose funzioni dell’organismo. Grazie alla presenza del retinolo (circa il 51 % del fabbisogno giornaliero), le nespole contribuiscono al normale metabolismo del ferro, al rafforzamento del sistema immunitario, al buon mantenimento della capacità visiva ed al mantenimento della pelle. Essendo una fonte ricca di retinolo, la nespola può essere considerato un ottimo alleato per conferire alla pelle la giusta luminosità, immediata compattezza ed eterna giovinezza.

Grazie al mix di vitamine, di sali minerali e di antiossidanti, la pelle appare fin da subito nutrita, morbida, liscia, giovane ed elastica. Inoltre, non dimentichiamo che le nespole sono un valido alleato dell’intestino: grazie alle fibre alimentari, è possibile combattere la stipsi.

Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che il consumo di nespole riduce anche il rischio di tumore al colon, poiché favorisce l’eliminazione delle tossine in eccesso. Una dieta a base di nespole aiuta ad abbassare il livello di colesterolo LDL nel sangue e, grazie alla presenza di acido formico, limita la fame e procura un senso di sazietà.

Ecco perché sono un frutto perfetto da consumare se si segue un regime dietetico dimagrante: contano appena 47 calorie ogni 100 grammi di polpa edibile e, grazie all’elevata componente acquosa, stimolano la diuresi, ri-mineralizzano e aiutano a purificare l’organismo umano.

Le nespole sono dolci e gustose e, oltre a consumarle al naturale, è possibile gustarle anche in confettura, in ottimi dessert, in mousse, in gelatine e in squisiti frullati o centrifugati energizzanti.

Esistono altre diverse varietà di cachi ma, tra tutte, quelle più conosciute sono: il Loto di Romagna, il Kawabata, il Suruga e la Vaniglia della Campania. Tutte, sono caratterizzate da una polpa morbida e dolce, fatta eccezione per la varietà Vaniglia che, invece, è croccante e soda.

Negli spuntini autunnali a base di frutta, i kaki non dovrebbero mai mancare. Ricchissimi di vitamine, minerali, antiossidanti, fibre ed aminoacidi – se consumati regolarmente, sono validi alleati della salute: promuovono la regolarità intestinale, sono una fonte preziosa di vitamina A, riducono le infiammazioni, abbassano la pressione sanguigna, combattono la stitichezza, il cancro, il diabete!

ORIGINE

Spagna

STAGIONALITÀ

Novembre - Febbraio

CONTENUTO

Acqua, carboidrati, proteine, grassi