Top
 
Cedior / Buono a sapersi  / Curiosità e benefici dei fichi neri

Curiosità e benefici dei fichi neri

Sharing is caring!

Dolci e antichi, oggi Gigi ci racconta di uno dei frutti più dolci in assoluto: i fichi Elisir.

Sapevate che si dice siano i frutti coltivati da più tempo dall’uomo?

Si pensa, infatti, che i fichi provengano dalla Mesopotamia e se ne sono trovate tracce in vari scavi risalenti a 11.400 anni fa.

Inoltre, secondo alcune credenze l’albero dell’Eden non era un melo, ma un fico: infatti Adamo ed Eva erano vestiti da foglie di fico intrecciate. Considerati sacri e simbolo di verità e conoscenza anche da altre religioni e culture come induisti e buddisti

 Quelli Elisir, neri e zuccherini, provengono dall’Italia e sono irresistibili.

Caratteristiche nutrizionali

Il fico è il frutto del Ficus carica L. appartenente alla famiglia delle Moraceae e sono altamente energetici per il loro contenuto zuccherino, fornendo 47Kcal per 100g.

Costituiti per l’82% da acqua, contengono vitamine (A, B1, B2, B6, PP e C) e sali minerali (potassio, ferro, magnesio e calcio).

Benefici e proprietà

Con il loro gusto dolcissimo, il loro pieno di vitamine e gli enzimi digestivi sono gli alleati del nostro apparato digerente.

Hanno proprietà antinfiammatorie alle vie urinarie e polmonari, in caso di stati febbrili e gastriti. Svolgono altresì un’azione caustica e proteolitica in difesa di pelle e occhi.

Grazie alla presenza di polifenoli naturali sono il compagno perfetto per l’apparato cardiaco.

Un frutto amato e adatto ai bambini.

I segreti di Gigi

“Qui non facciamo mica pizza e fichi!”.

Un detto antichissimo della tradizione italiana che si utilizza per indicare qualcosa di importante, a differenza della pizza e dei fichi che, la prima fatta con ingredienti poveri, e i secondi considerati in antichità il pane dei poveri per la loro disponibilità illimitata.

Inoltre, un vecchio detto toscano recita: “al nemico sbucciagli il fico, all’amico sbucciagli la pesca”. Perché non molti sanno che la parte più dolce e zuccherina del fico è proprio la sua buccia.

Cercate i fichi neri Elisir nei vostri supermercati di fiducia, scegliete quelli morbidi e gonfi, dal picciolo sodo. Prima di mangiarlo apritelo sempre a metà perché potrebbe esserci qualche ospite attirato dalla polpa zuccherina.

Venerdì uscirà una nuova sfiziosa ricetta. E quando la proverete, ci piacerebbe sapere il vostro parere nella nostra pagina Facebook. Gigi risponde!